L’iniziativa “Stop alla speculazione” raccolta con successo

In soli 11 mesi sono state raccolte più di 130’000 firme per l’iniziativa “Stop alla speculazione” La riuscita della raccolta firme è un successo per la Gioventù Socialista Svizzera ed è un passo importante per la lotta contro i mercati finanziari scatenati.

“L’iniziativa è una critica fondamentale della speculazione finanziaria nociva. Con la speculazione sulle derrate alimentari si gioca con la vita di milioni di persone. L’iniziativa vuole fermare una volta per tutte queste pratiche indecenti.”, dichiara David Roth, presidente della GS Svizzera.

Con le loro scommesse, le banche e i fondi d’investimento spingono i prezzi verso l’alto e si arricchiscono a spese dei più poveri del pianeta. La Svizzera gioca un ruolo fondamentale in questo commercio, poiché è la sede di un gran numero d’aziende attive nel commercio delle materie prime e di attori della finanza. La GS vuole un’economia che non sia al servizio dei mercati finanziari, ma piuttosto al servizio degli interessi degli uomini e delle donne. Con l’iniziativa “Stop alla speculazione” ci battiamo contro la forma la più ripugnante del capitalismo.

Ancora una volta la GS ha dimostrato di essere una delle rare organizzazioni a riuscire un’iniziativa. La grande maggioranza delle firme è stata raccolta dai membri della GS, che non hanno esitato a scendere in strada durante quasi tutti i fine settimana dell’ultimo anno. Un gran numero di firme è stato raccolto anche dalle altre organizzazioni membri del comitato d’iniziativa: Solidar, Swissaid, Uniterre, PS Svizzero, Verdi e Giovani Verdi.

Ital_Comments are closed here.